Caravaggio in città

 CARAVAGGIO IN CITTÀ 
con Stefano Zuffi e
il Gruppo della Trasgressione

 

 

 

Stefano Zuffi, storico dell’arte, e Angelo Aparo, psicoterapeuta, usano da anni l’arte di Caravaggio per stuzzicare la creatività che c’è in ognuno di noi. Dalla loro collaborazione nel 2010 è nato Caravaggio in Galera, un libro che raccoglie gli effetti della luce di Caravaggio su una dozzina di detenuti seduti attorno a un tavolo al 3° raggio di San Vittore.

Oggi Aparo e Zuffi, in partnership con il Rotary club Milano-Duomo, ripropongono alcuni personaggi del grande trasgressore Michelangelo Merisi e portano avanti un’idea di rinnovamento che viaggia al confine tra l’ombra e la luce di una finestra e, soprattutto, di una chiamata che inorgoglisce e allo stesso tempo mette paura.

In vista del progetto “Caravaggio in città”, raccogliamo qui le evocazioni di chi ha piacere di contribuire al progetto stesso. Non occorre essere critici d’arte e non occorre far bella figura. Si tratta solo di una palestra, gratuita e aperta anche di notte, per allenarsi a dialogare con le fantasie che corrono dentro di noi.

A proposito di palestre, la nostra palestra sarebbe particolarmente felice di ospitare lavori di chi voglia cimentarsi, con foto, dipinti, sculture o testi scritti sul tema della chiamata o su qualcuno degli sviluppi di cui si può leggere all’indice sottostante.