La primavera della coscienza

La primavera è la mia stagione preferita.

Dopo un inverno freddo e difficile, i boccioli fanno capolino e inondano di colori e profumi i prati, le strade e i davanzali.

La primavera è gioia e rinascita. E forse è per questo che mi piace così tanto il Gruppo della Trasgressione.

Gli ex detenuti sono i boccioli che hanno prima subito e poi provocato il gelo della coscienza. Ma oggi, che è primavera, sono sbocciati  e aiutano gli studenti e gli adolescenti, i nuovi semi, a crescere in una società che sia in grado di prevenire la devianza e di servirsi del contributo di chi, purtroppo, l’ha praticata in un inverno lontano.

 

Elisabetta Vanzini e la sua tesi di laurea

Torna all’indice della sezione – Percorsi della devianza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.